Giorni pieni di Mirror

Questo 22 luglio sono ufficialmente sei mesi di apertura del mio sogno Mirror, mentre domenica 19 luglio si chiudeva la quarta mostra.

Con la mostra non si chiude sono un’esposizione ma direi proprio un capitolo di Mirror che da questo momento si appresta a cambiare anche altre cose. La fine per esempio di uno stage, quello della preziosa Gioia Bonin, stagista ed artista, giovanissima che ha vissuto intensamente lo spazio. Una ragazza che si appresta a compiere un viaggio alla scoperta di un nuovo mondo e spero con una nuova consapevolezza, quello che vale ma in cui dovrà imparare ancora moltissime cose, prima fra tutte quello che esattamente vuole essere da grande.

I latini ci insegnavano che Tempus fugit ed è vero nel giro di quattro mostre siamo arrivati a festeggiare i primi sei mesi di vita, circondata come sono da amiche e parenti che hanno dato alla luce e stanno per dare alla luce una nuova creatura, mi sento anche io come una neo mamma. Se dai 3 ai 6 mesi il bambino comincia a ricambiare il sorriso dell’adulto, comincia ad acquisire capacità motorie basilare come a stare prono ad aprire le manine e girarsi con un sorriso al suono della voce delle persone care ecco che la nuova fase che andrà dai sei ai 12 mesi il bambino (anche il bimbo Mirror) si impegnerà verso un nuovo passo verso l’autonomia, si interessa alle immagini allo specchio, raggiungere gli oggetti che non sono alla propria portata, ed importantissima, sviluppa la visione da lontano…!

Mi auguro che possa vivere più tappe con Mirror, che questi sei mesi siano soltanto i primi di tantissimi altri mesi, e come insegna la saggia Minerva di mia nonna:

Ci saranno giorni pieni di vento, ci sono giorni pieni di rabbia ci sono giorni pieni d’amore che ti danno il coraggio di andare avanti per tutti gli altri giorni

Mirror si prepara ad ospitare il 1 agosto una giornata di beneficenza promossa da Rete al femminile di Vicenza, le mostre riprenderanno a settembre ma nel frattempo le artiste in permanenza rimangono:

Elvezia Allari, Alessandra Fabre Repetto, Bottega Krua, Suvi Maaria Tirronen,  Angela Simone, Gabriella Crisci, Chiara Armellini, Pata Design, Valeria Bertesina, Collettivo Nie Wiem, Petra Bartels, i taccuini Moleskine con gli sketch di molte talentuose artiste naturalmente le edizioni Cristina Fiore, Studio Pilar, Damocle, Henry Beyle, L’Orma editore, Topittori, e chi più ne ha più ne metta.

Ringraziando tutte per credere in me ed in Mirror

Come direbbe un’amica Mirror diventa sempre di più una fucina delle arti, stiamo per raggiungere i 360° …di tanta arte diversa!

Durante il finissage di ieri di “Trame di filo si sono esibite altre giovani talenti che stanno studiando per realizzare il sogno della musica, AmBe Duo, duo formato da Ambra Ceroni Agostinelli e Benedetta Colasanto che ci hanno allietato, divertito ed impressionato con il loro talento e vitalità!

Annunci