La cameriera di poesia

Sabato 8 aprile 2017 la Galleria Libreria Mirror propone un’esperienza all’insegna della poesia. Protagonista sarà Claudia Fabris, creatrice di suggestioni poetiche, istallazione ed eventi. Un doppio appuntamento che prende avvio alle ore 16.00 con la passeggiata poetica Nostra Signora dei Palloncini, in cui la performer sfilerà per le strade di Vicenza.

Alle ore 18.30 inizia invece la performance Cameriera di poesia. Una ristorAzione per lo spirito. Avvolti dal silenzio i partecipanti potranno scegliere, come da un classico menù, dei testi poetici. Si passerà dagli antipasti, piatti unici e dolci ed ogni sezione è suddivisa in testi della casa, classici e contemporanei. Gli ospiti avranno a disposizione delle cuffie senza fili, hi-fi, in cui ascoltare in maniera esclusiva la pietanza poetica che hanno scelto.

Durante la serata sarà a disposizione la raccolta poetica Poesie sotto sale. Piccolo vocabolario poetico.

L’evento si inserisce negli eventi all’interno della manifestazione Poetry Vicenza 2017

Claudia Fabris 

è nata a Padova nel 1973. Progetta spazi, installazioni ed interventi performativi che creano relazioni e sinergie tra la parola e la visione, l’ascolto e il gusto, in un percorso di ricerca artistica che trova nel corpo il proprio fulcro, coinvolgendo gli spettatori su differenti piani percettivi nella convinzione che la Bellezza e lo stupore silenzioso che genera possano ancora ricondurre ogni uomo allo spazio intimo e sacro della propria anima dove ogni trasformazione e rinascita trae origine, forza e nutrimento. L’artista in qualità di attrice, performer, autrice, costumista e fotografa collabora dal 1999 con Tam Teatromusica di Padova, storica compagnia di teatro di ricerca in Italia, premio speciale Ubu 2014. Partecipa come artista dal 2011 con crescente adesione a tutte le 6 edizioni di Alto Fest (Teatringestazione) a Napoli, festival interamente realizzato nelle case, negozi, laboratori artigianali e spazi privati del centro storico di Napoli e dal 2014 con le sue performance è presente al festival di Aliano La Luna e i Calanchi. Nel 2016 pubblica le Parole Sotto Sale con una piccola casa editrice napoletana, la sua definizione di Abbandono ispira la seconda edizione di Verso Sud Festival, a Corato, a cui contribuisce con più performance.

  • nel programma ufficiale di Poetry Vicenza 2017 l’evento era previsto sabato 22 aprile

 

A piedi nudi in galleria

Chi di voi ha varcato a soglia di Mirror e abbia fatto quattro chiacchiere con me lo sa che sa sempre considero questo spazio una proiezione di casa mia. Tutto quello che mi circonda ed ospito di volta in volta  è la proiezione dei miei gusti e del desiderio di condividerlo con gli altri. Propongo oggetti e libri che vorrei che si trovassero nelle case di ognuno, da custodire con cura e per finire la terza mostra di questa creaturina di pochi mesi si è pensato ad un laboratorio.

Il laboratorio di visio poesia con un’insegnate d’eccezione, Estella Guerrera componente del collettivo Nie Wiem che ha trasformato attraverso i suoi materiali ancora una volta Mirror, lo specchio delle mie sensazioni.

Una coperta per terra, cuscini e come per magia non eravamo più tra le mura di un galleria d’arte in centro storico a Vicenza ma in mezzo ad un prato. Per cui è un delitto stare con le scarpe ma è bello sentire la freschezza del pavimento e illuderci della sensazione dell’erba che accarezza i piedi.

Estella come un mago ha tirato fuori materiali diversi e ha coinvolto i partecipanti in un gioco silenzioso. Attraverso le poesie di Miklòs Radnòti, che ha fatto riflettere molte persone nel periodo della mostra,  ha fatto comprendere il mondo affascinante della visio poesia che può condurre in luoghi imprevisti e la galleria si è calata in un luogo silenzioso in cui solo la musica scelta per l’occasione ritmava l’esecuzione stessa dei taccuini che si sono creati in un totale coinvolgimento.

La mia storia è fatta di osservazione, come quando d’estate nel mio paesino sotto l’Aspromonte osservo e ascolto racconti magari sentiti moltissime volte, tranquilla nel mio cantuccio ridendo di cuore ma con un filo di malinconia.

Anche questa volta ho scelto di osservare e di godere la tranquillità e l’energia che mi è stata donata. Buona osservazione  e passate a specchiarvi nell’arte e nei libri.

Uno speciale ringraziamento al Collettivo Nie Wiem che ha reso la galleria poetica

Questo slideshow richiede JavaScript.

Dalla pagina bianca ai colori

Con un po’ di ritardo scrivo della vita a colori! Quella che si è inaugurata ufficialmente Domenica 22 febbraio con la mostra Interiors
Un’inaugurazione scoppiettante che ha visto la via piena di vita! In una serata in cui tutte le botteghe della via chiudono i portoni per il riposo settimanale, in cui le famiglie e le coppie passeggiano per il centro per riappropriarsi della città che durante la settimana si sente lontana… noi abbiamo aperto!
Sarebbe un po’ di parte nonché autocelebrativo dire quanto sia bello questo posto! Ma essendo di parte lascerò a voi il giudizio.
Specchiandovi nello specchio che trovate da Mirror, e non necessariamente una superficie riflettente, magari la vostra anima e i vostri sensi entreranno in sintonia con le copertine dei libri, delle opere esposte, dei gioielli d’artista. Offriamo questo ma anche delle semplici chiacchiere e vi aspettiamo per nuove esperienze che potrete vivere non di riflesso ma realmente.
Intanto vi lascio un po’ di foto, per scoprire quanto è piaciuto questo posto e capirete perché sono anche ansiosa di riavervi qui.

Questo slideshow richiede JavaScript.